Terremoto di magnitudo Mwpd 7.3 del 03-04-2024 ore 01:58:10 (Italia) in zona: Taiwan [Sea]

Un terremoto di magnitudo Mwpd 7.3 è avvenuto nella zona: Taiwan [Sea], il

  • 02-04-2024 23:58:10 (UTC)
  • 03-04-2024 01:58:10 (UTC +02:00) ora italiana
  • 03-04-2024 07:58:10 (UTC +08:00) orario locale nella zona del terremoto (Asia/Taipei)

con coordinate geografiche (lat, lon) 23.6740, 121.8490 ad una profondità di 15 km.

Il terremoto è stato localizzato da: Sala Sismica INGV-Roma.

Ricerca terremoti: Qualsiasi nel raggio di 30 km

I valori delle coordinate ipocentrali e della magnitudo rappresentano la migliore stima con i dati a disposizione. Eventuali nuovi dati o analisi potrebbero far variare tali stime.

Visualizza la localizzazione con

Comuni entro 20 km dall'epicentro

Nessun comune italiano entro 20 km dall'epicentro.

Città più vicine con almeno 50000 abitanti

Nessun comune italiano entro 100 km dall'epicentro con almeno 50000 abitanti.

Sismicità recente e storica
Pericolosità sismica
Mappe di scuotimento
Mappa del risentimento sismico
Cronologia delle localizzazioni calcolate
Tipo Magnitudo Tempo origine (UTC) Latitudine Longitudine Profondità (km) Ora pubblicazione (UTC) Autore ID Localizzazione
Rivista
Rev100
mb 5.9
Mwp 7.2
Mwpd 7.3
2024-04-02
23:58:10
23.6742 121.849 15 2024-04-03
00:13:09
Sala Sismica INGV-Roma 126422081
Localizzazione e magnitudo preferite finora.
Parametri della localizzazione preferita

Localizzazione

Campo Valore
Tempo (UTC) 2024-04-02 23:58:10
Latitudine 23.6742
Longitudine 121.8490
Profondità (km) 15 (from location)
Metodo di valutazione automatic
Stato della valutazione reviewed
Versione 100 -> SURVEY-INGV-A
Tipo di evento earthquake
ID localizzazione 126422081

Incertezze

Campo Valore
Tipo di incertezza uncertainty ellipse
Semi-asse maggiore dell'ellisse di confidenza (metri) 29948003
Semi-asse minore dell'ellisse di confidenza (metri) 28143445
azimuth dell’asse maggiore dell’ellisse di confidenza (gradi) 345
Regione di confidenza sul piano orizzontale espressa mediante singolo valore di incertezza (metri) 24233600.0
Livello di confidenza dell'incertezza (%) 68

Qualità

Campo Valore
Maggiore gap azimutale nella distribuzione delle stazioni all'epicentro 25.1918
Numero di fasi associato indipendentemente se utilizzate nella localizzazione (determinazione dell'Origin) 1
Numero di fasi 1
Scarto quadratico medio dei residui di tempo risultanti dal calcolo del tempo origine (Origin) della localizzazione (sec) 1.91092
Distanza epicentrale della stazione piu' vicina (gradi)
Distanza epicentrale della stazione piu’ lontana (gradi)
Numero di stazioni in cui l’evento e’ stato osservato 0
Numero di stazioni usate nel calcolo dell'Origin 0
Parametri delle magnitudo

Mwp:7.2

Campo Valore
Valore 7.2
Incertezza 0.2
Num. stazioni usate 89
Tipo di magnitudo Mwp
Localizzazione di riferimento 126422081
Agenzia INGV
Autore Auto added
Tempo di creazione (UTC) 2024-04-03 00:13:09

Mwpd:7.3

Campo Valore
Valore 7.3
Incertezza 0.2
Num. stazioni usate 95
Tipo di magnitudo Mwpd
Localizzazione di riferimento 126422081
Agenzia INGV
Autore Auto added
Tempo di creazione (UTC) 2024-04-03 00:13:09

mb:5.9

Campo Valore
Valore 5.9
Incertezza 0.2
Num. stazioni usate 91
Tipo di magnitudo mb
Localizzazione di riferimento 126422081
Agenzia INGV
Autore Auto added
Tempo di creazione (UTC) 2024-04-03 00:13:09
TDMT - Time Domain Moment Tensor
Meccanismi di sorgente sismica nell'area
Sorgente estesa da dati geodetici
Distribuzione della rottura sul piano della sorgente sismica, derivata dall'analisi di mappe di spostamento ottenute con immagini dei satelliti Alos-2 (Jaxa) e Sentinel-1 (Copernicus Project). Dati di spostamento generati da EPOSAR service run by CNRIREA e da INGV GeoSAR Lab with sarscape (sarmap).

Piano Focale FP1

Il modello di sorgente, ottenuto con 4 dataset InSAR che includono da 1 a 7 giorni dopo l'evento, è caratterizzato da una faglia orientata SSO-NNE (strike 28°), immergente verso ESE con dip 68° e un meccanismo di rottura inverso con componente laterale sinistra (rake 80°). L'angolo di rake è stato fissato in base al meccanismo focale. Il picco della rottura è di circa 4.2 m a una profondità di 32.7 km. Il rilascio di energia è pari a 1.23E+20 Nm, corrispondente a un terremoto di magnitudo 7.4. Dati InSAR, modelli di sorgente e informazioni accessorie sono contenuti nel file data_and_model.zip, disponibile per il download
Scenario degli spostamenti superficiali attesi
In questa sezione vengono mostrate le mappe di spostamento generate dopo un evento sismico in base a meccanismi focali forniti da vari istituti a scala globale. Le immagini contengono scenari di deformazione simulata con l'unico scopo di fornire indicazioni qualitative sulle deformazioni attese per l’area interessata. Selezionare dal menu a tendina le soluzioni disponibili. Dimensioni della faglia e valore medio della rottura sono calcolati con i fattori di scala pubblicati in Leonard (2010), doi 10.1785/0120090189. Gli scenari deformativi sono disponibili, dopo l'evento, solo per un periodo limitato
Frange interferometriche, per orbita ascendente e discendente Sentinel-1, simulate in base allo scenario dello spostamento.
Frange interferometriche, per orbita ascendente e discendente Sentinel-1, simulate in base allo scenario dello spostamento.
Footprint e Acquisizione Immagini SAR
Footprints delle immagini SAR e relative date di acquisizione previste con la costellazione Sentinel-1 (Agenzia Spaziale Europea)
Download
Tipo Descrizione Link
QuakeML - small Event, Origin, FocalMechanism Download
QuakeML - full Event, Origin, FocalMechanism, Amplitude, Arrival, Pick, Station Magnitude Download