INGVTerremotiFacebook
S
eguici su Facebook
   TWITTER - servizio sperimentale
Magnitudo: M < 4.0 M < 4.0 4.0 ≤ M < 5.0 4.0 ≤ M < 5.0 M ≥ 5.0 M ≥ 5.0 Profonditá: profonditá
La mappa riporta i terremoti di magnitudo superiore o uguale a 2.0 localizzati in Italia dalla Rete Sismica Nazionale dell'INGV. Nei casi in cui un evento sismico sia stato risentito, esso viene comunque riportato nella lista. Informazioni sui terremoti di magnitudo inferiore a 2.0 possono essere estratte dal database ISIDe. Vengono inoltre riportati terremoti rilevanti in altre zone del mondo. I valori delle coordinate ipocentrali e della magnitudo rappresentano la migliore stima con i dati a disposizione al momento. Eventuali nuovi dati o analisi potrebbero far variare le stime attuali della localizzazione e della magnitudo.
blog INGVterremoti

Eventi sismici tra le province di Bologna e Prato: aggiornamento e approfondimento

Gennaio 23, 2015
Il terremoto di magnitudo ML 4.1 (Mw 4.3) avvenuto alle ore 07:51:19 italiane nell’Appennino tosco-emiliano è stato avvertito in una vasta area dell’Emilia Romagna, della Toscana, in parte anche in Liguria, come evidenziato dagli oltre 700 questionari compilati su http://www.haisentitoilterremoto.it/ e dalla mappa del risentimento sismico in scala MCS (Mercalli-Cancani-Sieberg) con la distribuzione degli effetti del terremoto sul territorio. Aggiornamento sulla sismicità in corso Lo […]

Evento sismico tra le province di Bologna e Prato, M4.1, 23 gennaio ore 07.51

Gennaio 23, 2015
Un terremoto di magnitudo 4.1 è avvenuto alle ore 07:51:19 italiane ed è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV tra le province di Bologna e Prato a una profondità di 10.0 km.   Comuni entro i 10 km: CAMUGNANO (BO), CASTIGLIONE DEI PEPOLI (BO), VERNIO (PO). Comuni tra 10 e 20 km: CASTEL DI CASIO (BO), GRANAGLIONE (BO), GRIZZANA MORANDI (BO), PORRETTA TERME (BO),  SAN BENEDETTO VAL […]

L’INGV ricorda il terremoto della Marsica del 1915

Gennaio 13, 2015
Nel primo centenario dal disastroso terremoto della Marsica, che causò più di 30 mila vittime e ingenti danni in ​numerosi centri abitati dell’Abruzzo e in altre regioni dell’Italia centrale, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia organizza una serie di iniziative per ricordare quell’evento e accelerare il percorso di sensibilizzazione sul rischio sismico con la consapevolezza che il […]